Consigli e domande più frequenti sul semipermanente

Consigli e domande sullo smalto semipermanente

Siete amanti dello smalto semipermanente? O siete alle prime armi? Forse vi siete poste sempre delle domande a cui non avete avuto risposta. Lo smalto semipemanente è senza dubbio un ottimo elemento per chi vuole avere mani sempre impeccabili e per chi non ha tempo di applicare smalti normali ogni 2/3 giorni.
Oltre ad essere facile da applicare, il semipermanente ha infatti una lunga durata (3/4 settimane). Vediamo, ora, di rispondere alle domande più frequenti e fornirti i migliori consigli.


•  Pulizia delle unghie

Le unghie devono essere adeguatamente pulite prima dell'applicazione, questo si può ottenere sgrassando la superficie dell'unghia naturale con un Apposito sgrassatore. Permetterà di rimuovere la patina oleosa e grassa presente sull'unghia naturale, e perciò contribuire all'adesione del semipermanente all'unghia. 

 

• Lo smalto semipermanente può essere applicato su unghie fragili?

Certamente. Lo smalto semipermanente va a rinforzare le unghie più fragili, favorendone la crescita (se applicato correttamente e utilizzando i giusti prodotti) a patto che le vostre unghie non siano troppo fragili e danneggiate...
Il Semipermanente andrà a creare uno strato spesso sulle unghie, diminuendo notevolmente la possibilità che l'unghia si spezzi. Se le tue unghie sono già molto fragili, è fondamentale non limare mai lo smalto per rimuoverlo, perchè potresti limare anche lo strato protettivo dell'unghia, rendendola ancora più debole e fragile. Per rimuoverlo correttamente bisogna seguire il giusto procedimento. Leggi qui come fare > 

•  Fa male alle unghie?

In particolare il nostro Smalto Semipermanente è Acid-free e non contiene formaldeide, toulene, dbp (dibutilftalato) sostanze acide e dannose per le unghie. 

•  A chi è adatto

Lo smalto semipermanente è particolarmente adatto a chi ha unghie naturali non rosicchiate e non alterate da onicofagia, per chi vuole avere manicure (e/o pedicure) perfetta che duri nel tempo, senza ricorrere al gel, alla ricostruzione e alla loro bombatura eccessiva.

•  Consigli per la durata

Procedimento corretto smalto semipermanente

Lo smalto semipermanente ha una consistenza più fluida del gel, ma se viene trattato con riguardo, può avere la stessa durata.
Ecco i consigli fondamentali da seguire:
 Il Top Coat: utilizzare un buon top coat servirà a dare l’effetto vetro allo smalto semipermanente e soprattutto a farlo durare parecchie settimane. Il lucidante aiuterà a non far sbeccare e graffiare lo smalto. 
 Il Primer: è  fondamentale! è il promotore di aderenza, e serve a favorire l'adesione dello smalto all’unghia. 
Qualità dello smalto: fondamentale per aumentare la durata dello smalto è la qualità! Un Semipermanente di qualità ha una durata garantita di almeno 3 settimane. E non solo lo smalto ma anche tutti i prodotti come base e top coat. 

Attenzione durante l'applicazione: in particolare quando non si ricopre adeguatamente con il sigillante/lucidante finale l'unghia anche nel suo spessore. Deve essere applicato fino all'estremità dell'unghia, e va steso anche nello spessore, ricoprendola interamente (vedi immagine a lato), stessa cosa vale per lo Smalto Semipermanente colorato.
La punta dell'unghia è il punto in cui lo smalto tende a sbeccarsi di più, se non la si ricopre bene dopo qualche giorno il colore si sbecca.

Lasciare il margine: è consigliato lasciare sempre un leggero margine di spazio (es.1 mm o anche meno) dopo le cuticole (pellicine). Se si sborda con il colore o il lucidante sopra alle cuticole, man mano che l'unghia cresce si forma nello smalto uno "scalino", questo col tempo ha maggiore possibilità di alzarsi e poi staccarsi. 


• Smalto semipermanente o gel?

La scelta tra smalto semipermanente e gel è una scelta personale. C'è però da tener conto che la ricostruzione gel è piu aggressiva, e più complicata da eseguire soprattutto per chi non è esperto del settore. 

•  Lo smalto semipermanente resiste all'acqua?

Ovvio che si. Non stiamo parlando di un semplice smalto che si sbecca dopo 2 o 3 giorni. Lo smalto semipermanente ha una durata minima di 3/4 settimane. Viene scelto da chi vuole sempre mani perfette perchè resistente a tutto.

• Come si rimuove?

Il Semipermanente si rimuove facilmente in pochi e semplici passaggi. Non sono richieste ne frese ne limature profonde (in quanto potrebbero danneggiare le unghie se non si è esperti del settore).
Per rimuovere il semipermanente saranno necessari degli impacchi con fogli di stagnola (Remover Wraps) per qualche minuto, imbevute del solvente apposito chiamato Remover. Per vedere tutto il procedimento di Applicazione e Rimozione dello Smalto Semipermanente puoi vedere questo video step by step.